Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Organizzazione Di
Nuove Solidarietà
Home Azioni & Progetti Notizie dei progetti Redes de Solidaridad - Notizia 1
iscriviti alla newsletter

Redes de Solidaridad - Notizia 1

La Settimana del Libro 2017 presso le Redes de Solidaridad

Il Giorno Internazionale del Libro viene celebrato ogni anno il 23 aprile, fin da quando l'UNESCO ha cominciato a promuoverlo nel 1995.

 

Presso le Redes de Solidaridad la celebrazione è durata tutta la settimana, con l'organizzazione di un Festival del Libro, spettacoli teatrali e la proiezione di racconti.


 

 

 

 

 

Il Festival del libro: attività intesa a promuovere in 179 bambine e bambini delle elementari, le abitudini di lettura nelle Biblioteche. I bambini e le bambine del Club delle Amiche e degli Amici della Biblioteca hanno preparato dei posti per esporre e ricevere donazioni di libri, così come per accompagnare altri alunni nella visita della Biblioteca.

Il Festival è stato un successo e vi hanno partecipato alunni dall'asilo alle elementari.

 

 

Anche i giovani della Scuola Tecnica di Redes de Solidaridad hanno visitato la mostra ed hanno letto per un'ora alcuni libri di loro interesse. I bambini e le bambine del Club sono intervenuti con sicurezza e motivazione in ognuno degli angoli allestiti per il festival.


Cantastorie: durante lo svolgimento di quest'attività sono stati proiettati diversi racconti per i 220 alunni del Centro, dall'asilo fino alla prima media. Il responsabile della biblioteca ha organizzato e preparato quest'attività in modo da presentare 4 racconti. Alla fine dell'evento sono stati promossi commenti e interpretazioni fra gli alunni.


I quattro racconti proiettati sullo schermo hanno avuto come argomento principale il pianeta terra e la parità di genere.

• L'incredibile bambino mangia libri,
• Dall'interno del pianeta,
• Il principe cenerentolo,
• Il pesce arcobaleno.

L'attività si è svolta in due sessioni: la prima con i bambini dell'asilo insieme alla partecipazione degli alunni di 1ª, 2ª e 3ª elementare. La seconda con gli alunni di 4ª elementare fino alla 1ª media. L'attività è stata utile per rendere tutti consapevoli della situazione in cui si trova il nostro pianeta terra e della parità di genere.

 

 

Messa in scena dei racconti letti previamente: con marionette o maschere realizzate dagli stessi alunni. I bambini hanno recitato le storie alle altre classi e ciò ha consentito di sviluppare la loro capacità espressiva, la sicurezza in sé stessi e l'interesse per la lettura del racconto da recitare.

Sono state presentate due opere teatrali: la prima dal titolo "Tarzana" rappresentata dagli alunni di 5ª elementare, la seconda dal titolo "Il lupo cappuccetto rosso", rappresentata dagli alunni di 1ª media. 

 

 

L'obiettivo era di rompere i ruoli di genere delle favole, in cui abitualmente i personaggi femminili sono passivi e delicati mentre quelli maschili sono forti e coraggiosi, per offrire una visione diversa e più equa.

 

In queste reinterpretazioni hanno partecipato 49 fra bambine e bambini di quinta elementare e 1ª media, ed hanno recitato i 2 racconti a più di 170 alunni.

"Un libro aperto è un cervello che parla,

chiuso un amico che aspetta,

dimenticato un'anima che perdona,

distrutto un cuore che piange..."