Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Organizzazione Di
Nuove Solidarietà
Home Azioni & Progetti Notizie dei progetti Nel 2014, si sono sostenuti progetti interessanti, con accompagnamenti straordinari.
iscriviti alla newsletter
Navigazione
  • Cosa sentiamo davanti a un disegno?

    05
    mars
    2018

    Lo guardiamo? Che desiderio ci provoca? Ci sentiamo vicini a quei bambini? A entrambi? O con qualche preferenza? Che possiamo dirgli?

Nel 2014, si sono sostenuti progetti interessanti, con accompagnamenti straordinari.

In NICARAGUA, a Ubu (alla fine del mondo), e nelle FILIPPINE, nei pressi di Cagayan de Oro, e anche nel nord dell'ARGENTINA, nella provincia di Formosa, a San Martín II, bambini e bambine hanno potuto recarsi a scuola, alle elementari o alle superiori, potendo così alimentarsi senza soffrire la fame. Hanno potuto progredire con un sostegno personalizzato e omogeneo!

In Nicaragua, a Ubu (alla fine del mondo), i giovani non hanno la possibilità di proseguire i loro studi oltre la scuola primaria.

Le condizioni degli spostamenti, in barca o a cavallo, impedisce loro di frequentare le scuole superiori, che si trovano troppo lontane dalla regione; così molti maestri delle primarie hanno frequentato soltanto la scuola elementare.

La comunità di María Nuestra Señora e la parrocchia offrono insegnamento secondario (superiori) seguendo una modalità di formazione a distanza molto singolare, e poiché ci si impiega più di mezza giornata per recarsi al centro e che i giovani devono lavorare nei campi per mantenere le loro famiglie, le lezioni vengono impartite ogni 15 giorni, durante i 4 ultimi giorni della settimana; programma che non sarebbe gradito a molti dei nostri giovani…

Riconoscendo il valore di questa organizzazione, il governo della regione ha accettato di occuparsi di 2 posti di professore. Senza dubbio un contributo importante, ma c'è bisogno di un maggiore aiuto per una formazione adeguata e seria, nonostante la comunità, in modo completamente volontario, contribuisce ampiamente secondo le proprie possibilità.

Le installazioni sono basilari: le lezioni vengono impartite in un padiglione, in un garage... I ragazzi si applicano molto e tornano a casa con molti compiti!

Questi sono alcuni di questi ragazzi oggi.

Per l'anno 2015, il parroco, che era anche il direttore del seminario, è stato richiesto per svolgere un altro servizio.

 

Il suo sostituto, uno dei seminaristi, ha espresso il proprio desiderio di proseguire l'opera precedente.

 

Finora abbiamo poche notizie, dovuto alla mancanza di connessione Internet, ma sappiamo che contano con il nostro aiuto!

 


Nelle Filippine, a Barangay e Macasandig, si sta sviluppando il progetto "de Tambo a la Universidad".

Tambo è un quartiere periferico di Cagayan de Oro. Le famiglie richiedono borse di studio per i propri figli al Gruppo di Coordinamento del Progetto "de Tambo a la Universidad", che si trova nel centro Niña María.

 

La contropartita comprende 2 parti:

- Una per i genitori, offrendo loro formazione professionale orientata all'impiego.

- Una per i borsisti, aiutando i fratelli minori di altri borsisti a fare i compiti.

Il Gruppo Coordinatore (una persona per gruppo di case del quartiere) visita le famiglie più povere presentando loro questo progetto che gli offre l'opportunità di ottenere borse di studio per i figli e di firmare un contratto. Si pone un'enfasi speciale sull'educazione delle bambine.

 

 

Attualmente il numero di borsisti è il seguente:

- 7 in Primaria.

- 15 in Secondaria.

- 16 all'Università.

 

Gli attuali moduli formativi sono i seguenti:

- Parrucchiere (11 persone)

- Sarto (12 persone),

- Educazione primaria (8 persone) e secondaria (3 persone).

 

Inoltre, la partecipazione a un laboratorio di cucito (borse, cuscini, ciabatte, valigette, copriletto, federe di cuscino, divise scolastiche, camice,...), grazie alle macchine da cucire consegnate dalla diocesi, dopo il disastro causato dal tifone Yolanda. Adesso la vera sfida è trovare un mercato dove vendere tutti questi prodotti!

 

Il Gruppo di Coordinamento 

attraverso questa bambina,

ci domanda se siamo disposti

a partecipare in questo programma.

 

 

 

 

Nel nord dell' Argentina, nella provincia di Formosa, a San Martín II, alcune famiglie di piccoli produttori si sono unite per garantire la propria sicurezza alimentare.

L'apicultura, un'attività da risaltare.

Nel 2014, si sono registrati 12 nuovi apicultori, anche se 5 fra quelli in attività si sono ritirati in seguito alla perdita dei loro alveari per la mancanza di controllo sanitario. C'erano 17 apicultori responsabili di 8.350 alveari e sono stati raccolti 8.007,7 Kg. di miele.

Il miele è stato venduto a 30 $, mentre nel 2013 il prezzo era di 24 $, ed è stato pagato un mese dopo il raccolto, mentre negli anni precedenti ciò avveniva cinque mesi dopo. Da quando, grazie alle donazioni, si dispone di capitale che circola, il Consiglio di Amministrazione anticipa il 50% del prezzo del mercato con il primo raccolto del miele.

Questa attività è molto interessante per i piccoli agricoltori come risorsa complementare, e anche per la popolazione locale, che dispone così di una piccola fonte d'ingresso.


L'agricoltura:

Conviene sostenere l'associazione di piccoli produttori per aiutarli a far valere i loro diritti, tenendo conto in particolare del nuovo progetto di legge esistente, che pretende:

- Ridurre la biodiversità, allo scopo di incrementare la produttività a scapito della diversità.

- Standardizzare l'alimentazione con la perdita di ricchezza gastronomica e culturale che ciò suppone.

- Ridurre lo scambio di sementi.

La suddetta legislazione pretende sostituire la legge del 1973 che consentiva di seminare e conservare i semi per farne un uso libero, salvo la vendita !

L'allevamento

Le piogge sono state più abbondanti (oltre 1.000 mm).

La tecnica del foraggio con l'attrezzatura adatta è in via di sviluppo. Durante le giornate di lavoro organizzate, si analizzano le spese di produzione del foraggio e i volumi indispensabili per il fabbisogno alimentare del bestiame.

Gli allevatori che l'anno scorso disponevano di riserve  sono riusciti ad alimentare il proprio bestiame fino alla fine dell'inverno, mantenendo intatta la produzione di latte. Un vero successo!

E tutti, apicultori, agricoltori e allevatori, desiderano mandare i loro figli a scuola, anche se ciò risulta più complicato per i bambini de las Pilagas, poiché i loro accampamenti sono distanti dalle strade e dalle vie transitabili.

Per far sì che i bambini francesi conoscano questa realtà, è stato realizzato un dépliant che è stato distribuito durante la festa di Chevreul-Lyon. ¡GRAZIE per questa simpatica iniziativa solidale!